STUDIO ELLESSE

Napoli, Via Calata San Marco, 4
info 081 552 23 05

CASA DI CURA C.G. RUESCH

Napoli, Viale Maria Cristina di Savoia, 39
info 081.717 81 11 - 84 25

CLINICA RUGGIERO

Via Corradino Biagi, 18, 84013
Cava De' Tirreni SA - ASL NA1CENTRO

OSPEDALE DEL MARE

Via Enrico Russo, 80147 Napoli - ASL NA1CENTRO

OSPEDALE INCURABILI - ASL NA1CENTRO

Via Maria Longo 50, 80132 NAPOLI - tel 081 2549487

Dott. Stefano Spiezia

+39 348 22 17 226

info@tiroide.org

Follow us:
Prenota il tuo appuntamento:
Richiesta di prenotazione valida solo per lo studio.

Preso atto dell'informativa al trattamento dei dati personali, l'utente:

Mail: stefanospiezia@tiroide.org

esprime il consenso al trattamento per finalita' di cui all'art 3 lettere a) dell'informativa.

 

Termoablazione della tiroide

Tiroide.org  >  Lo studio  >  Termoablazione della tiroide

Eʼ disponibile una nuova possibilità di trattamento dei noduli tiroidei, non invasiva ed in anestesia locale, dedicata ai pazienti che hanno un elevato rischio anestesiologico e sofferenti di gravi patologie invalidanti o che rifiutano consapevolmente lʼintervento chirurgico.

La termoablazione utilizza onde a radiofrequenza attraverso lʼinfissione ecoguidata di un ago nel nodulo tiroideo in anestesia locale. Il trattamento è indicato per noduli tiroidei di almeno 2 cm di dm, si effettua in day Hospital, non determina cicatrici o inestetismi. La termoablazione in mani esperte è sicura e priva di complicanze, produce una riduzione del volume del nodulo fino al 90 % del suo volume iniziale (casistica personale pubblicata), la tiroide non viene asportata e non è necessario assumere terapia sostitutiva. Anche le metastasi da carcinoma della tiroide sono trattabili con questa innovativa procedura.

Info e prenotazioni presso Casa di Cura Ruesch in Napoli e Casa di Cura Ruggiero in Cava deʼ Tirreni (SA), dove si effettua la termoablazione radiofrequenza e/o laser indotta.

 

ll medico del futuro non somministrerà medicine ma coinvolgerà il

paziente nella cura della struttura e delle funzioni

dellʼorganismo umano, nellʼ alimentazione, nelle cause e nella

prevenzione delle malattie.

(Thomas Edison)

 

La termoablazione radiofrequenza indotta è stata inizialmente applicata più di venti anni fa per il trattamento delle neoplasie maligne del fegato. Più recentemente le applicazioni sono state allargate al trattamento di altre neoplasie. Nella fattispecie, dal 2005 la metodica é stata utilizzata per il trattamento dei noduli a struttura mista e/o solida della tiroide causa di sindrome compressiva in pazienti non candidabili allʼintervento chirurgico o che non vogliono essere sottoposti ad intervento chirurgico. Si trattano anche noduli iperfunzionanti e quelli che causano inestetismi del collo.

I risultati di questa moderna terapia mininvasiva sono estremamente incoraggianti: i noduli nel primo anno si riducono fino al 78% del volume iniziale (dati pubblicati), la riduzione di volume è già evidente ad un mese dal trattamento con riduzione media del 30-40% del volume basale. I noduli tossici nel 65% dei casi sono trattati con ripristino della norma funzione tiroidea, in una minoranza di casi più resistenti si riesce a dimezzare comunque la posologia del farmaco anti tiroideo e si può poi ricorrere al trattamento con I131 ma con

dosi molto inferiori a quelle necessarie senza il trattamento preventivo con RF.

Possono essere trattate anche metastasi laterocervicali in pazienti plurioperati, ma non i tumori maligni tiroidei se non gli anaplastici a scopo decompressivo e palliativo.

Come protocollo pre trattamento il paziente deve eseguire un FNB ecoguidato, lo screening ormonale e degli anticorpi, un ecg, un rx torace ele prove emocoagulative; non deve assumere farmaci anticoagulanti o antiaggreganti che vanno sospesi prima del trattamento.

 

Note bibliografiche:

Spiezia S, Garberoglio R, Di Somma C, Deandrea M, Basso E, Limone PP, Milone F, Ramundo V, Macchia PE, Biondi B, Lombardi G, Colao A, Faggiano A. Efficacy and safety of radiofrequency thermal ablation in the treatment of thyroid nodules with pressure symptoms in elderly patients. J Am Geriatr Soc. 2007 Sep;55(9):1478-9. Deandrea M, Limone P, Basso E, Mormile A, Ragazzoni F, Gamarra E, Spiezia S, Faggiano A, Colao A, Molinari F, Garberoglio R. Us-guided Percutaneous Radiofrequency Thermal Ablation For The Treatment Of Solid Benign Hyperfunctioning Or Compressive Thyroid Nodules. Ultrasound Med Biol. 2008 Jan 18; Spiezia S, Garberoglio R, Milone F et al.Thyroid nodules and related symptoms are stably controlled two years after radiofrequency thermal ablation.Thyroid.

rf1

Voluminoso gozzo multinodulare. Immagine a sx – prima del trattamento con radiofrequenza. Immagine a dx – 6 mesi dopo il trattamento termoablativo.

rf2

Immagine schematica della tecnica “moving shot” con la quale il Dott. Spiezia tratta i noduli tiroidei con un termoablazione radiofrequenza indotta con minima invasività, in anestesia locale, sotto guida ecografica con un ago molto sottile.

RECAPITI STUDI

STUDIO ELLESSE
Via Calata San Marco 4, 80133 NAPOLI
tel 0815522305 cell.3356760006
fax 0815522305

CASA DI CURA C.G. RUESCH
Viale Maria Cristina di Savoia 39, 80122 Napoli, centralino 081.717. 8111 ambulatorio 0817178425

CLINICA RUGGIERO
Via Corradino Biagi, 18, 84013 Cava De' Tirreni, SALERNO tel 089468611

Prenota il tuo appuntamento:
Richiesta di prenotazione valida solo per lo studio.

Preso atto dell'informativa al trattamento dei dati personali, l'utente:

Mail: stefanospiezia@tiroide.org

esprime il consenso al trattamento per finalita' di cui all'art 3 lettere a) dell'informativa.